Mompracem: il sito ufficiale


Vai ai contenuti

Il peggio è passato

Repertorio

IL PEGGIO E' PASSATO
Testo e musica di Francesco Naldi

TESTO

Erano partiti per fare funghi
una domenica d’autunno
nei boschi carichi di pioggia
madre padre e figlio
che aveva diciannove anni e amava la musica pop,
dalla ragazza era stato lasciato
ed ora soffriva un po’
Salì la nebbia quel pomeriggio
e i tre non tornarono,
nelle case partiva “90° minuto”
e i parenti si allarmarono,
chiamarono la polizia che batté
ogni angolo di quel posto
ma non trovò nessuno in quel misterioso bosco
Tuttavia al terzo giorno il ragazzo fu trovato
sotto shock ed emaciato diceva soltanto:
“Il peggio è passato e non mi capiterà altro
che mi possa fare male,
quante prove ho superato,
quanti ostacoli da saltare:
ho visto da vicino il lontano
e la pace con il mitra in mano,
ho sofferto ma sono in piedi,
il futuro è appena iniziato,
il peggio è passato, il peggio è passato,
il peggio è passato!”
E dopo due settimane
furono trovati i corpi dei genitori
orrendamente mutilati, seviziati e massacrati:
la stampa accorse come una iena,
il processo si fece sul primo,
la gente voleva un colpevole,
che scandalo non trovare nessuno!
Il figlio da quel giorno era muto e pazzo:
la polizia lo arrestò per non ammettere di
non averci capito un cazzo.
Venne data una pena esemplare
a quel brutale assassino,
tutti sapevano che era innocente
in compenso non lo disse nessuno.
Il pubblico televisivo benpensante e bigotto
era soddisfatto ma poi iniziò un reality show
e dimenticò il fatto;
le tv contente per gli ascolti record,
la polizia per aver salvata la faccia,
il giovane ergastolano diceva soltanto, soltanto:
“Il peggio è passato e non mi capiterà altro
che mi possa fare male,
quante prove ho superato,
quanti ostacoli da saltare:
ho visto da vicino il lontano
e la pace con il mitra in mano,
ho sofferto ma sono in piedi,
il futuro è appena iniziato.
Il peggio è passato e non mi capiterà altro
che mi possa fare male,
quante prove ho superato,
quanti ostacoli da saltare:
ho visto da vicino il lontano
e la pace con il mitra in mano,
ho sofferto ma sono in piedi,
il futuro è appena iniziato..."

INFO

Scritta a Livorno nel dicembre 2005.

Attualmente inedita.

Esibizioni live:
2.
Livorno, Cavern Club 2 aprile 2010
1. Pontedera (Pi), Quinta Birra Bikers Pub, 6 novembre 2009

Torna al repertorio dei Mompracem

Francesco Naldi © All rights reserved


- - Aggiornato al 20 marzo 2012 - Realizzato da Francesco Naldi | mompracem@mompracemrock.com

Torna ai contenuti | Torna al menu